Ogni azienda ha le sue caratteristiche, e non esiste una soluzione valida per tutte; anche il metodo, che di seguito viene illustrato, va adattato alle circostanze (alcuni passi possono risultare superflui). 

 

Capire i processi

Il primo passo consiste nella completa ed approfondita analisi dei processi, che da luogo - di norma - ad un documento da condividere, nel quale possono essere incluse anche proposte di revisione di alcuni processi, con implicazioni talvolta solo organizzative. 

 

Interpretare le fonti dei dati

Segue l'approfondimento della fonte dei dati da elaborare. In questa fase può essere necessaria la presenza di uno specialista IT competente sugli strumenti applicativi utilizzati dall'azienda.Si procede poi con la scrittura dell'ETL, ovvero del codice con cui i dati vengono estratti e messi a disposizione dei documenti di presentazione. 

 

Costruire un prototipo
Va osservato che QlikView consente di saltare due passaggi, in genere molto impegnativi, di costruzione del data warehouse, e degli ipercubi. Infatti, subito dopo l'estrazione dei dati si può passare immediatamente a sperimentare le tecniche di presentazione.

Gli strumenti di presentazione, infatti, sono molto facili da usare, ed un utente interessato può essere facilmente addestrato per diventare autonomo nella costruzione di oggetti di presentazione; la loro costruzione diventa parte integrante del processo di analisi dei dati.

Per quanto riguarda invece l'archiviazione dei dati estratti, va osservato che la soppressione del data warehouse non implica una riduzione delle risorse disponibili, ma il contrario: la tecnica di consolidamento dei dati su files, consente di introdurre la dimensione temporale, e poter quindi osservare come una certa informazione è cambiata nel tempo, senza dover predisporre allo scopo delle specifiche strutture dati.  

 

Implementare il Sistema
Questa fase può essere fatta in diverse modalità, a seconda della predisposizione del Cliente.  Infatti si può andare da un approccio "extreme", con il committente praticamente a fianco dello sviluppatore, a vedere passo per passo la crescita dell'applicazione BI, ad un estremo opposto, con la scrittura di un "capitolato" che descrive minuziosamente gli oggetti da realizzare. Di norma si adotta una soluzione intermedia. 

 

Consolidare l'impianto

Il progetto si conclude con la produzione di documentazione d'uso.

Molto spesso però interveniamo anche nell'impostare l'organizzazione interna della gestione operativa degli strumenti di Business Intelligence; infatti, la grande facilità di costruzione di nuovi strumenti di analisi comporta il rischio di una evoluzione caotica.In particolare, alcuni punti di attenzione: La gestione dei progetti: la complessità tende ad aumentare: è necessario garantire continuità (manutenzioni, corretta interpretazione dei dati). 

La gestione del Sistema: eventuali errori saranno sempre più costosi, e la mancata disponibilità del sistema di BI sarà sempre più un problema.La sicurezza: l'accesso ai dati si semplifica, gli usi non autorizzati diventano più probabili.

 

Partecipa al prossimo evento

Eventbrite - Bilancio Sociale: un adempimento che crea opportunità